TUTTE LE NOTIZIE SULLA NUDA PROPRIETÀ

Nel 2016 mi regalo il futuro

29 Dicembre 2015


Nel 2016 mi regalo il futuro
Acquistare la nuda proprietà come proposito per il nuovo anno


La casa resta sempre il sogno degli italiani e lo confermano i dati emersi dal monitoraggio degli atti notarili di compravendita di unità immobiliari, aumentati del 6,2% rispetto all’anno precedente. I rogiti relativi alle unità abitative rappresentano il 93,7% del totale mentre la restante percentuale di trasferimenti di proprietà si suddivide tra immobili ad uso commerciale e multiproprietà. L’Istat conferma questo andamento dichiarando un aumento delle compravendite degli immobili ad uso abitativo del 6,6%. L’immobile di proprietà resta un valore fortemente radicato nella cultura italiana e spesso il primo passo verso l’indipendenza e una nuova vita al di fuori del nucleo famigliare d’origine. Le difficoltà economiche congiunturali degli ultimi anni tuttavia hanno compromesso la realizzazione del sogno di molti giovani di poter comprare casa. A dimostrazione delle difficoltà economiche dei giovani che si accingono a comprare casa ci sono i dati relativi alla richiesta di mutui degli under 30, passata dal 17% al 9,7% nel giro di un anno. Il portale mutui.it ha stimato che su un campione di circa  diecimila domande di mutui, il 74% di queste è finalizzato alla richiesta di acquisto della prima casa richiedendo un importo che ricopra circa la metà del costo complessivo dell’immobile, scegliendo il tasso fisso. Le difficoltà economiche e proprio l’elevato tasso d’interesse applicato ai mutui ha demotivato i giovani ad ambire all’acquisto della prima casa. La compravendita della nuda proprietà rappresenta lo strumento adeguato per raggiungere l’obiettivo della proprietà immobiliare aggirando le difficoltà  dell’erogazione del mutuo e del credito elargito dalle banche, evento sempre più raro se non adempiendo a requisiti specifici che selezionano duramente i beneficiari. La compravendita della nuda proprietà difatti permette a genitori lungimiranti di acquistare anzitempo la nuda proprietà di una casa da destinare come prima abitazione in futuro ai propri figli. Inoltre acquistare la nuda proprietà significa comprare ad un prezzo scontato che viene stabilito in base all’età dell’usufruttuario, avendo la consapevolezza che l’immobile si rivaluterà negli anni grazie all’andamento del mercato immobiliare, ma anche all’avanzare dell’età dell’usufruttuario. Rispetto all’accensione di un mutuo che al termine del percorso creditizio sarà costato una percentuale variabile in base al tasso d’interesse scelto, che sarà comunque un aggravio sul costo totale, la scelta di comprare la nuda proprietà risulta un investimento economico che permette di avere uno sgravio al momento dell’acquisto grazie a uno sconto immediato sul prezzo dell’immobile e un ritorno economico in futuro grazie alla rivalutazione dello stesso sul mercato. Valutando invece come ottenere la liquidità necessaria all’acquisto di una casa, i genitori possono scegliere di vendere la nuda proprietà della propria dimora garantendosi l’usufrutto a vita e quindi il diritto a godere del bene per tutta la durata della loro esistenza ottenendo allo stesso tempo immediatamente il valore liquido dei diritti ceduti con il quale poter esaudire i sogni dei propri figli.

                                                                                                                                  Elena Castelli
Leggi la notizia dalla fonte originale

Nuda proprietà e la seconda gioventù

24 Dicembre 2015

Nuda proprietà e la seconda gioventù
Come vivere gli anni della pensione senza rinunce

La seconda gioventù, così definibile la fase della vita che inizia dopo la pensione allungandosi a livello temporale per prospettiva di vita,  ha diritto di essere vissuta al massimo delle proprie possibilità.
I fattori che maggiormente determinano lo stile di vita nella seconda gioventù sono l’entità della pensione e lo stato di salute. La prima variabile è per la grande parte delle persone quella che maggiormente incide e limita le scelte di vita, essendo spesso di entità ridotta e obbligando il singolo a compiere continue scelte quotidiane per soddisfare i propri bisogni. Sempre secondo l’Oms la popolazione degli over 65 in Italia rappresenta il 21,4%, mentre il 6,4% è ultraottantenne. Rispetto al totale della popolazione è una percentuale elevata  che godendo di buona salute trova come unica limitazione all’esaudire i propri sogni solo il budget ridotto a disposizione.
Dai risultati emersi dalla rilevazione di Passi d’argento, una rete di sorveglianza promossa dal Ministero della Salute e coordinata dall’Istituto Superiore della Sanità CNESP, effettuata all’ultimo convegno sulla strategia internazionale di invecchiamento attivo e in buona salute su un campione di 24000 ultra 64 enni in 18 regioni italiane, il dato degli intervistati che dichiara di avere difficoltà economiche arriva a 60%, circa il 20% vive da solo e il 51% riceve aiuto nello svolgimento delle attività principali della vita quotidiana.
Il lungo e rigido inverno del nord Italia unito al periodo natalizio  fanno riemergere negli appartenenti alla seconda gioventù  i sogni nel cassetto e  acuiscono il desiderio di potersi concedere qualche lusso in più e magari di passare un periodo al caldo, dimenticandosi degli obblighi della casa. In questo panorama si delinea una soluzione efficace e sicura quale la compravendita della nuda proprietà che permette di ottenere liquidità dal patrimonio immobiliare cedendo alcuni diritti su esso. La nuda proprietà difatti altro non è che il possesso dell’immobile senza l’usufrutto che rimane a vita o per un tempo prestabilito alla controparte dell’operazione di compravendita o vecchio proprietario integrale. In tal modo si slega il possesso completo del bene dalla possibilità di viverci facendo entrare in gioco due attori aventi diritti e vantaggi diversi. La parte che vende la nuda proprietà può godere di una liquidità immediata derivante dalla cessione di parte dei suoi diritti sulla proprietà dell’immobile, continuando però a viverci e quindi a godere dell’usufrutto. In termini pratici significa non modificare il proprio stile di vita e abitudini quotidiane continuando a vivere in casa propria, potendosi però permettere un capitale liquido maggiore con il quale soddisfare nuove esigenze o realizzare i propri sogni. Slegarsi dalla proprietà integrale del proprio immobile significa non doversi preoccupare più delle spese straordinarie di gestione e i costi derivanti, spesso elevati.
Trasformare in liquidità i diritti di proprietà sull’immobile è la soluzione offerta dalla compravendita della nuda proprietà, un’operazione semplice e trasparente se supervisionata e seguita dagli specialisti del settore Casanuda.it che in modo professionale e altamente qualificato accompagnano i loro clienti in tutte le fasi dell’iter, dalla consulenza iniziale fino all’atto notarile. La capacità d’analisi della situazione specifica del singolo cliente, unita alla profonda conoscenza del mercato immobiliare, permettono a Casanuda.it di offrire un servizio completo e specializzato sulla compravendita della nuda proprietà, informando il cliente sulle potenzialità del proprio immobile tramite una stima e conducendolo durante tutta l’operazione fino ad ottenere il risultato migliore dalla compravendita della nuda proprietà  dello stesso.
Via libera quindi ai sogni e a uno stile di vita senza pensieri e rinunce al popolo della seconda gioventù che può, con fiducia ritrovata, guardare al futuro con aspettative migliori e appaganti.

Elena Castelli
Leggi la notizia dalla fonte originale